A denti stretti: comunicazione per uno studio dentistico

C’erano una volta due dentisti molto bravi e competenti. Ciascuno aveva da poco aperto il proprio studio odontoiatrico, entrambi in buona posizione anche se non proprio in centro, con apparecchiature moderne e personale cordiale e attento.

Entrambi spendevano buona parte del proprio tempo in attività e corsi di formazione, ma solo uno, oltre a questo, si preoccupava della comunicazione per il proprio studio dentistico.

L’altro era convinto che se, avesse dato sempre il massimo con i suoi pazienti, la voce si sarebbe sparsa da sé.

Indovina un po’ – a parità di competenza – chi ha rischiato di chiudere il proprio studio dentistico?

Ho detto “rischiato” perché non è mai troppo tardi per iniziare a fare una sana e robusta comunicazione. Certo, il passaparola è ancora il modo migliore per ottenere una clientela affezionata, ma non è un fenomeno automatico: va innescato e mantenuto.

Come si fa allora a mettere in piedi un buon progetto di comunicazione per uno studio dentistico, o anche solo per un dentista in quanto professionista?

Quella che ti presento oggi è una tabella di marcia che ti aiuterà in questo processo: sottolineerò i passaggi principali e i benefici di ciascuno.

STUDIA LO SCENARIO

Un buon progetto di comunicazione comincia sempre con una parte di osservazione.

1 – Studia te stesso: scopri cosa puoi offrire, cos’hai di diverso dagli altri e cos’è quello su cui puoi veramente puntare per fare la differenza.

2 – Studia il tuo pubblico: scegli a chi rivolgerti, tenendo bene a mente l’analisi che hai fatto su te stesso. Se sei forte in pedodonzia e vuoi puntare su quello, dovrai progettare una comunicazione orientata ai genitori!

3 – Studia la concorrenza: osserva come si comportano gli altri dentisti (non c’è niente di male a imparare da chi fa le cose bene), quali sono i canali che prediligono e come li usano; segnati ciò che ti piace e soprattutto ciò che faresti diversamente. Ovviamente, con rispetto delle tue caratteristiche.

STABILISCI I TUOI OBIETTIVI DI COMUNICAZIONE DIGITALE

Decidi cosa vuoi ottenere dalla comunicazione della tua attività di dentista, sia in termini di macro obiettivi che di obiettivi intermedi, e quantifica questi obiettivi: devono essere chiari e il più possibile misurabili (es. voglio incrementare le richieste di informazioni del 10%; voglio ottenere 1000 contatti email…).

Individua quali sono i mezzi più adeguati per raggiungerli.

Datti dei tempi e cerca di rispettarli.

CREA LA TUA PRESENZA ONLINE

Il punto di partenza a mio avviso è ancora il sito web: si tratta infatti di un media che ti appartiene (fa parte dei cosiddetti owned media) e del quale, salvo catastrofi, hai il controllo completo. Certo, dovrai fare attenzione a rispettare alcune regole perché venga preso in considerazione dai motori di ricerca (Google in testa) ma è comunque una cosa che appartiene a te.

Per cominciare non serve niente di troppo complicato: basta un sito semplice e gradevole, che parli di te e dei tuoi servizi e magari contenga una parte di blog, per pubblicare articoli in ambito dentistico interessanti per i tuoi pazienti.

Fondamentale oggi, per le attività che si svolgono in un luogo fisico qual è appunto uno studio dentistico, è creare la propria scheda su Google My Business, per essere facilmente rintracciabili da utenti che cercano attività come la nostra nelle proprie vicinanze.

Qui puoi approfondire: Professioni e Aziende Sanitarie su Google My Business

CREA CONTENUTI DI VALORE

Scommetto che ti stai chiedendo perché dopo il sito non ti ho parlato di social media. Beh è facile: i social media servono a chi ha qualcosa da dire, e tu al momento hai solo un sito che parla di te. E nessuno vuol sentire uno che parla continuamente di se stesso!

Perciò rimboccati le maniche e comincia a produrre contenuti coinvolgenti, interessanti e utili per i tuoi pazienti. E non mi riferisco alla descrizione dei servizi che offri: quella non è informazione, è vendita. Racconta delle storie, risolvi problemi, soddisfa curiosità.

Va bene qualsiasi formato: articoli scritti, podcast (audio) oppure video; l’importante è che siano ben fatti. Quando ne avrai a disposizione una buona riserva, potrai cominciare a pianificare la tua attività sui social media.

Ti spiego qui come scrivere contenuti di valore

SCEGLI I SOCIAL

Non tutti i social sono uguali (lo spiego qui) e devi trovare quello più adatto a te. Non esiste quello indicato per la comunicazione di uno studio dentistico, dipende dalla tua personalità, dai contenuti che preferisci e soprattutto dai contenuti che preferiscono i tuoi potenziali pazienti! Fai in modo che il tuo messaggio raggiunga solo (o quasi) le persone interessate a riceverlo.

Una volta fatto, crea un piano editoriale con i contenuti che hai realizzato e rispettalo. Pubblica contenuti con regolarità e mentre pubblichi quelli che hai da parte continua a produrne di nuovi per non rimanere senza proprio sul più bello.

Certo, ogni tanto puoi anche fare un po’ di sana promozione parlando del tuo studio dentistico e dei tuoi servizi come odontoiatra, ma cerca di farlo sempre in maniera naturale, coinvolgente e non invadente.

NOTA: a rigore, se hai lavorato bene, anche e soprattutto i contenuti più divulgativi parleranno di te e per te come professionista!

Ma attenzione, non trattare i social come una discarica di contenuti: è un luogo di incontro. Se ci stai devi giocare secondo le regole e andare incontro agli utenti, rispondergli e dedicargli attenzione.

Se vuoi approfondire: Facebook per il marketing sanitario

INVESTI RISORSE

Te lo dico fuori dai denti: i social non sono gratis. Se vuoi che i tuoi contenuti vadano lontano e portino risultati devi spenderci tempo o denaro, meglio ancora una combinazione dei due. Questa considerazione può valere in generale per tutta la comunicazione online.

Se non hai tempo di occupartene tu, affidati a qualcuno che lo faccia al posto tuo: si tratta di una cosa troppo importante per essere messa in secondo piano.

NON MOLLARE

La comunicazione digitale non è una scatola magica da cui far saltare fuori nuovi pazienti. Si tratta di un lavoro che richiede fatica, ma che se fatto bene ti ripagherà ampiamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *