SaluteMarketing

Healthcare Copywriting: l’arte di trovare le parole giuste

healthcare copywriting o copywriting sanitario, perché ti serve

Può darsi che tu abbia già sentito parlare di copywriting (mi raccomando, da non confondere con il copyright!).

Copy è una parola inglese che indica tra le altre cose la parte testuale della comunicazione pubblicitaria, in contrapposizione al visual, che invece designa la parte visiva quale immagine, fotografia, ecc.

Il Copy-writer (scrittore di copy) è il professionista capace di realizzarlo e il copy-writing (scrittura del copy) è l’operazione in sé.

Il compito del Copywriter è quello di cogliere l’essenza del messaggio affidatogli e infonderla in un testo – spesso breve – che dica tutto il necessario in modo efficace.

Cosa vuol dire efficace?

Vuol dire che

  • dev’essere chiaro, cioè immediatamente comprensibile e non equivocabile;
  • deve catturare l’attenzione del pubblico a cui si riferisce;
  • deve sapersi rivolgere a quel pubblico nel modo adeguato, per spingerlo a compiere l’azione desiderata (effettuare un acquisto, lasciare i propri recapiti, mettere un like, iscriversi in palestra…).

Sempre di più inoltre, al copy si richiede di essere adatto al web, cioè scritto in modo da assecondare una lettura su dispositivi elettronici e – soprattutto – da “piacere” ai motori di ricerca.

Non basta quindi “saper scrivere” per essere un copywriter (anche se è una condizione imprescindibile), ma occorrono capacità ulteriori e la comprensione di meccanismi di comunicazione non scontati.

Il Copywriter padroneggia gli strumenti propri della narrazione (o storytelling) ed è capace di cogliere le emozioni e suscitarle.

In un ambito come quello sanitario, dove l’esattezza della comunicazione è fondamentale e la delicatezza dei temi trattati richiedono spesso una grande sensibilità nel diffondere i contenuti, l’attività del copywriter può davvero fare la differenza.

I professionisti e le aziende che lavorano nel campo della salute e del benessere stanno rapidamente abbandonando forme di linguaggio rigide e ingessate in strutture accademiche, tipiche dei decenni passati, in favore di una comunicazione più snella e immediata, coinvolgente, che sappia riconoscere le esigenze del paziente/utente del servizio sanitario e rivolgersi a lui in un linguaggio familiare.

La rivoluzione digitale ha imposto alle istituzioni di andare incontro agli utenti, anche nel linguaggio, o farsi da parte.

Il copywriting sanitario (healthcare copywriting) è una risorsa fondamentale in questo senso, che si inserisce nel processo di traduzione del linguaggio proprio delle aziende e dei professionisti della salute e in quello di generazione di nuovi contenuti, alla portata di tutti.

Ci sono pochi altri ambiti in cui la chiarezza, la semplicità, la capacità di essere convincenti sono importanti come che in quello sanitario.

Un conto è dire

“È indicato eseguire l’igiene orale quotidiana spazzolando i denti tre volte al giorno, con spazzolino e dentifricio, per almeno due minuti. Le istruzioni su come svolgere correttamente la pulizia a questo link”

un altro dire

“Proteggi il tuo sorriso! Bastano uno spazzolino e un po’ di dentifricio, tre volte al giorno per due minuti: scopri come farlo correttamente”.

Il secondo esempio contiene la stessa quantità di informazione del primo, ma usa un linguaggio più coinvolgente e avvicinabile, quindi più adatto a un pubblico di non addetti ai lavori.

Dove può trovare spazio il copywriting sanitario?

Dovunque ci sia un messaggio da far passare: dalle semplici comunicazioni di servizio, agli articoli di approfondimento, al messaggio di risposta automatica registrato per le chiamate nei periodi di chiusura, fino al testo inscritto nei pulsanti del sito web.

A volte una parola può già fare la differenza. 

Si pensi a una comunicazione normalmente sgradevole, come quella che preannuncia un rincaro delle tariffe, magari affissa a una parete in sala d’attesa.

Può essere così:

Si avvisano i gentili pazienti che dal 1 giugno sarà applicata una maggiorazione alle tariffe delle prestazioni ambulatoriali.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’accettazione.

o così:

Si avvisano i gentili pazienti che dal 1 giugno sarà applicata una piccola maggiorazione alle tariffe delle prestazioni ambulatoriali.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’accettazione.

Una sola parola basta a smorzare un poco la durezza del messaggio (che in questo caso rimane comunque molto freddo).

Meglio ancora così:

Cara paziente, caro paziente,

facciamo del nostro meglio per offrirti sempre un servizio impeccabile a prezzi accessibili.

A fronte di un aumento dei costi che non abbiamo potuto evitare, dal 1 giugno sarà applicata una piccola maggiorazione alle tariffe delle prestazioni ambulatoriali.

Da parte nostra, ci impegneremo ancora di più per meritare di essere il tuo ambulatorio di fiducia.

Siamo a tua disposizione per maggiori informazioni in accettazione.

Una comunicazione ben fatta denota inoltre attenzione verso chi la riceve: è una forma di riguardo e parte integrante di un servizio di qualità, non un semplice fronzolo.

Il copywriting è l’arte di trovare le parole giuste (e l’healthcare copywriting è l’arte di trovarle nel campo della sanità).

 

 

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *