SaluteMarketing

La Mucca Viola: distinguersi nel settore sanitario

Il piccione viola della salute: distinguersi nel marketing sanitario

Ti ricordi con esattezza l'ultima volta che hai visto un piccione?
Intendo con precisione.

Probabilmente no. Perché?

Perché di piccioni nelle città italiane se ne vedono a bizzeffe, e ormai non ci facciamo quasi più caso.

Ma se un giorno, uscendo di casa, dovessimo imbatterci in un piccione viola, allora sì che ce lo ricorderemmo! Non solo, ma probabilmente ne parleremmo con entusiasmo ad altre persone. Il piccione viola dell'healthcare marketing

Questo è il ragionamento esposto da Seth Godin, esperto di marketing statunitense, nel libro La Mucca Viola.

Io ho usato il piccione perché oggi, in città, una mucca che pascola liberamente nel traffico desterebbe forse altrettanto stupore.

Il mercato, inteso come insieme di domanda e offerta, oggi è invaso da mucche (o piccioni); anche quello della salute.

L'unico modo per essere notati è proprio avere una Mucca Viola, avere cioè una caratteristica distintiva che ci faccia risaltare immediatamente rispetto al mucchio.

MA COS'È LA MUCCA VIOLA?

healthcare marketing: cosa ti rende unico?

La Mucca Viola può essere qualsiasi cosa che renda la nostra attività o professione in ambito sanitario diversa dalle altre e per questo desiderabile: ci si può distinguere puntando su servizi unici (o erogati in modo unico), sulla prevenzione, su un modello di assistenza e attenzione al cliente particolare...

Amazon ad esempio, ha deciso di investire proprio su quest'ultimo aspetto, cercando di diventare "l'azienda più attenta al cliente del mondo". E i risultati si vedono.

La gente si ricorderà più facilmente di noi, e ne parlerà con maggior facilità.

COSA TI RENDE UNICO?

Per chi si occupa di salute, questo può voler dire ad esempio offrire servizi particolari oppure disporre di tecniche o tecnologie che gli altri non hanno.

Saper fare bene il proprio lavoro infatti, soprattutto nel settore dell'assistenza sanitaria, oggi è una condizione necessaria ma non più sufficiente: i pazienti danno per scontato (giustamente!) che il medico che deve curarli sia in grado di farlo.

Ciò significa che distinguersi non è facile, ma anche che basta poco per spostare l'ago della bilancia a proprio favore in un settore come quello della salute, che nel nostro paese è sempre rimasto ancorato a modelli piuttosto rigidi (e ormai in parte obsoleti). Anche in termini di comunicazione.

COME SI TROVA UNA MUCCA VIOLA

Per trovare una Mucca Viola bisogna conoscere a fondo sé stessi e insieme avere consapevolezza del contesto in cui si è inseriti.

È necessario infatti individuare i propri punti di forza e quelli di debolezza dei concorrenti, per essere pronti a riempire eventuali lacune.

Ma soprattutto, la ricerca di una Mucca Viola nasce dalla consapevolezza dei bisogni dei potenziali clienti. Per questo, è

colpisci il bersaglio con  l'healthcare marketing

fondamentale individuare il proprio target di riferimento.

La Mucca Viola è ciò che ci consente di soddisfare un bisogno che fino ad allora era rimasto insoddisfatto, o di soddisfarlo meglio e in modo nuovo, inaspettato.

Si tratta di un elemento di discontinuità, di straordinarietà, che farà parlare di sé per il semplice fatto di esistere.

UN PICCIONE È PER SEMPRE?

Torniamo all'esempio che ho fatto all'inizio di questo articolo: se dopo il primo comparisse un secondo piccione viola, e un terzo - e così via - anche i piccioni viola cesserebbero di stupirci.

Così anche nel mercato, chi introduce un'innovazione non può vivere di rendita per sempre: la concorrenza non tarderà ad adeguarsi, e bisognerà ricominciare da capo.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *